Love::Sew::Knit::Design::Eat::Smile:: in Vintage Style

Fare RETE davvero

Added on by bubiknits.

E’ da un po’ che penso di fare questo post. Perché ho un sassolino nella scarpa e vorrei toglierlo, ma certe volte sembra brutto togliere la scarpa per farlo uscire fuori, e così si finisce a soffrire in silenzio. Poi un dato momento ti dici che ti senti più cretina a soffrire in silenzio che superare l’imbarazzo di togliere la scarpa in pubblico. E che sarà mai? Vogliamo finirla una buona volta con il politically correct e dire le cose come stanno? Forse per me è arrivato questo momento. Quindi abbi pazienza e beccati questa mia filippica su cosa significa per me fare rete davvero.

Premesso che non ho una laurea in Business strategies e nemmeno in Marketing, anzi non ho proprio uno straccio di laurea, ma se ho imparato due cose due di tutte le mie frequentazioni esterofile che hanno un micro business che funziona è proprio il fatto che loro sanno fare rete.

Qui ci si prova. Ma posso dirlo? Si trascende sempre nello snobismo.

Nel corso degli anni mi è capitato di fare parte di alcune community italiane di handmaders e micro business owners il cui scopo, almeno a parole, era quello di fare team e rete e sponsorizzarsi a vicenda, di scambiarsi suggerimenti e competenze nelle varie materie che potessero aiutare il proprio business, in modo da accrescere non solo competenze, ma anche il proprio bacino di utenza.
Quello a cui ho spesso assistito invece è stato il solito palese snobismo insito nell’Italian's modus operandi. Ovvero. Se non sei abbastanza “figo” e non sei già “famoso” all’interno della community non ci penso nemmeno a farti io da apripista. E finisce sempre che, nella rete delle reti, siano sempre quei tre o quattro nomi a girare su tutte le bacheche, su tutti i social e su tutte le riviste. Perché entra in gioco quell'odiosissimo e bieco pensiero nostrano che se tu pimpi un nome di per sè già noto, di riflesso ti becchi anche tu la tua fetta di notorietà. Cosa in realtà falsa. In quanto non fai altro che accrescere il bacino di chi famoso lo è già, contribuendo soltanto a potenziare la sua clack.
Nella mia esperienza ho visto invece micro business decollare grazie ad un modo di fare rete sincero e schietto. Dove tutte le persone coinvolte davano una mano anche all'ultimo arrivato, e questa è la mia idea di fare rete, dal business alla vita di tutti i giorni. Ti serve una mano? Tieni prendila, io te la sto offrendo, e spero che tu sarai li a stringerla ed a contraccambiare spassionatamente. Vogliamo fare rete seriamente? Allora questa è la mia idea: Aiuta la tua community a crescere, e la community aiuterà te, ma prima spogliati dei pregiudizi ed agisci nell'interesse dell'altro prima che del tuo.

Ho disegnato questa infografica a mano pensando proprio a questa cosa. Come nell'esempio qui sopra, può capitare che la mia amica Carla, che fa gioielli in swarowski e perle con vetro di bohemia metta la foto di una sua creazione su Facebook con il link di rimando al suo negozio Etsy appena aperto. So che vorrebbe cominciare a venderne qualcuna ed in effetti con la scelta di aprire un negozio online ci sta già provando. Il problema è che quel messaggio su Facebook, se non viene raccolto nemmeno dai suoi amici rischia di rimanere una goccia in mezzo al mare. Poniamo pure il caso che a te non piacciano le cose che Carla crea, anche sforzandoti non incontrano proprio il tuo gusto. Però se ci pensi bene, Carla fa la stessa cosa che stai cercando di fare tu con il tuo micro business: Cerca di farsi conoscere ed ha lanciato un sassolino in mezzo al mare. Tu sei il primo cerchio e da uno sappiamo che possono nascerne tanti. Magari quindi le cose che fa Carla non sono di tuo gradimento, ma magari tra le tue amicizie c'è qualcuno a cui i gioielli di Carla piacerebbero un sacco, tanto da comprarli oppure raccomandarli ad altri. Ed ecco che Carla pian piano, con il passa parola e di bacheca in bacheca può avviare il suo micro business. E poi appunto chiediti se a te non farebbe piacere vedere pubblicate sulle bacheche dei tuoi amici le cose che fai con tanto amore e dedizione, e vorresti vedere ogni tanto anche le tue di creazioni in giro per le bacheche dei tuoi amici e non solo quelle quattro stellate della rete delle reti. Ci proviamo? Vogliamo creare una rete che funzioni davvero e che non sia popolata da snob e dispensa moine? Lancio questa sfida su Instangram, Facebook e Twitter con il tag #fareretedavvero e #ilmiomicrobusiness. Farò in modo di seguirti e "pimparti" anche sulla pagina Facebook dedicata e mi aspetto che tu faccia lo stesso con quelli che useranno lo stesso tag, ho creato allo scopo anche un gruppo chiuso sul quale creare la nostra community. Per micro business intendo tutto ciò che spazia dall'handmade, all'artigianato, all'arte ed alla cultura, quindi se dipingi o vuoi scrivere libri e romanzi per me va bene comunque, l'importante è che tu abbia intenzione di fare parte della rete attivamente, di attingere ma anche dare, indistintamente senza ipocrisia. That's all e spero che questo seme faccia crescere presto un albero con milioni di foglie rivolte verso l'alto... e sempre più su.

Partiamo?